BUONI CRISTIANI

I Salesiani hanno appreso da San Giovanni Bosco l’importanza di favorire una buona formazione religiosa al fine di svolgere percorsi educativi profondi e solidi. Noi continuiamo sulla strada del nostro fondatore e proponiamo ai nostri studenti dei robusti cammini di maturazione nella fede cattolica. Agli studenti non cattolici facciamo l’invito di ascoltare e comprendere la portata e il senso della nostra testimonianza cristiana, senza ovviamente imporre nulla. La religione, come ogni altra dimensione  fondativa dell’umanità, è da vivere sempre nella libertà e mai nella costrizione.

Ti presentiamo un racconto su don Bosco, in cui tocca con mano quale importanza avessero i valori e le proposte religiose nel suo approccio educativo:

Il ruolo che la religione svolgeva nel sistema educativo di Don Bosco – e può svolgere ancora oggi – è sottolineato da un curioso episodio accaduto nel 1863 all’Oratorio di Valdocco.
Due signori inglesi, uno dei quali era ministro della regina Vittoria, accompagnati da un patrizio di Torino, vennero in visita all’oratorio. Dato uno sguardo alla casa, furono condotti da Don Bosco nella sala ove facevano studio circa cinquecento giovani. E si meravigliarono non poco vedendoli in perfetto silenzio. Crebbe ancora la loro meraviglia quando seppero che forse in tutto l’anno  «non avevasi a lamentare un motivo di infliggere o minacciare castighi».
«Come è mai possibile – domandò il ministro – di ottenere tanto silenzio e tanta disciplina? Ditemelo. E poi – aggiunse rivolto al compagno che era il suo segretario – scrivete quanto dirà questo sacerdote».
«Signore – rispose Don Bosco -, il mezzo che si usa tra noi non si può usare tra voi. Sono arcani solamente svelati ai cattolici: la frequente Confessione e Comunione, e la Messa quotidiana bene ascoltata».
«Avete ragione – osservò il ministro -, noi manchiamo di questi mezzi. E non si potrebbe supplire con altri?».  «Se non si usano questi elementi di religione – rispose Don Bosco -, bisogna ricorrere alle minacce e al bastone».
«Avete ragione! – concluse il ministro con larghi segni di assenso -. O religione o bastone. Voglio raccontarlo a Londra!».

ONESTI CITTADINI

Oltre a ciò, noi Salesiani facciamo tesoro della grande lezione data da San Francesco di Sales, difensore dei valori umanistici e avverso a qualsiasi forma di rigorismo religioso. Ai nostri ragazzi insegniamo dunque a coltivare le proprie qualità umane e civili, riconoscendo in esse un dono prezioso da far maturare al fine di raggiungere la piena soddisfazione della propria vita e con l’impegno di poterne fare un elemento da ridonare agli altri uomini.

[La lezione di san Francesco di Sales] suppone, all’inizio, una precisa visione dell’essere umano, un’antropologia: la “ragione” dell’uomo, anzi l’“anima ragionevole”, vi è vista come un’architettura armonica, un tempio, articolato in più spazi, intorno ad un centro, che egli chiama, insieme con i grandi mistici, “cima”, “punta” dello spirito, o “fondo” dell’anima. E’ il punto in cui la ragione, percorsi tutti i suoi gradi, “chiude gli occhi” e la conoscenza diventa tutt’uno con l’amore (cfr libro I, cap. XII). Che l’amore, nella sua dimensione teologale, divina, sia la ragion d’essere di tutte le cose, in una scala ascendente che non sembra conoscere fratture e abissi, san Francesco di Sales lo ha riassunto in una celebre frase: “L’uomo è la perfezione dell’universo; lo spirito è la perfezione dell’uomo; l’amore è quella dello spirito, e la carità quella dell’amore” (ibid., libro X, cap. I). (Benedetto XVI)

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...